Storia del profumo e degli arabi

Nell'antichità l'Arabia del sud era molto diversa dal deserto che è attualmente, rigogliosa e piena di piante aromatiche, era una zona conosciuta come la terra dei profumi. In effetti, nel libro sacro dell'Islam, il Corano, il paradiso è descritto come un luogo pieno di giardini e alberi, grandi fiumi e con un grande odore di profumo di muschio.

Già nel X secolo fu Avicenna, un famoso filosofo e medico arabo, a introdurre acqua di rose nel mondo musulmano, che veniva usato per profumarsi o aromatizzare le stanze della casa. È stato l'elemento chiave per creare gli aromi, tanto che è stato considerato un simbolo della purezza e della saggezza di Allah.

I segreti dell'alchimia

Furono gli arabi ad applicare l'alchimia all'industria dei profumi. Questa nuova scienza aveva l'obiettivo di ottenere "la quinta essenza" delle piante, estraendo l'essenza delle sue proprietà attraverso la successiva distillazione di una pianta fino ad ottenere i suoi olii essenziali.

Gli arabi hanno approfittato dello sviluppo dell'alchimia di fronte al declino dell'industria dei profumi in Occidente. Furono loro a perfezionare l'alambicco per distillare l'alcool, che usarono per ottenere la base del profumo. Ciò ha segnato la rapida espansione, il commercio e la popolarità nel Medioevo e una rivoluzione nel modo di fare profumi.

mondo musulmano, che veniva usato per profumarsi o aromatizzare le stanze della casa

Le Crociate (1096-1291) fu un momento chiave per l'introduzione dei profumi in Occidente poiché furono i soldati che tornarono in Europa dalle loro campagne militari a portare profumi ed essenze sconosciute nei loro paesi.

Con l'arrivo degli arabi in Spagna, il profumo ha percorso una nuova rotta: ha raggiunto la Francia, un paese che ha saputo industrializzarlo. Inoltre, Granada e Siviglia sono diventati centri di profumeria molto importanti paragonabili a Baghdad e Damasco.

Anche dopo l'espulsione degli arabi dalla penisola, i profumieri erano gli unici privilegiati che furono salvati e riuscirono a rimanere in Spagna. Se se ne fossero andati, avrebbero portato con sé il tesoro dei loro segreti: le formule senza eguali per produrre i loro profumi.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati

CONOSCE TUTTE LE NOSTRE EQUIVALENZE

Iscrivendoti, accetti l'informativa sulla privacy di DIVAIN.

-10% COMPRANDO 3 PROFUMI O PIÙ
SCARICA L'EBOOK:
Come andaré perfetta in ufficio ogni giorno:

Iscrivendoti, accetti l'informativa sulla privacy di DIVAIN.