10 trucchi per risparmiare energia elettrica in casa

Ogni mese subiamo uno dei più grandi fastidi per le nostre tasche: la bolletta della luce. E ancora, con gli ultimi aumenti di prezzo. Si stima infatti che negli ultimi due decenni il costo dell'energia elettrica sia aumentato di oltre il 90%, e non sembra che questa tendenza cambierà.

Non appena vediamo la bolletta della luce, tutti pensiamo: "Devo risparmiare energia elettrica quanto serve". E non è più solo per ripulire l’economía domestica, ma per aiutare l'ambiente, dal momento che la produzione di questo impatta (e molto) su di esso. Pertanto, all'interno delle nostre politiche Planet First, vogliamo condividere con voi 10 trucchi per risparmiare energia elettrica in casa. In DIVAIN li abbiamo già fatti e abbiamo notato il cambiamento!

Abitudini e trucchi per risparmiare energia elettrica

Elenco dispendio energetico

Il primo passo per poter effettuare il risparmio di energia elettrica è essere pienamente consapevoli di quanto spendiamo. Per fare ciò, è meglio fare un elenco dei costi dell'elettricità in cui si riflettono tutte le fonti di consumo di luce, iniziando dal più (come riscaldamento o aria condizionata) e finendo con il meno (piccoli elettrodomestici). Una volta identificato, potrai intraprendere una riduzione d'uso che fa per te.

Riduci il numero di lampadine e passa ai LED

Anche se non ne siamo consapevoli, di solito abbiamo più lampadine del necessario. Pertanto, è importante fare un conteggio e regolarli al massimo per non incorrere in spese inutili. Ed è che la luce tende a sovrapporsi, quindi quando abbiamo più lampadine nello stesso spazio, se ne rimuoviamo una è molto probabile che non noteremo una grande perdita di luce. Prova a rimuoverne uno e se vedi che non incide troppo, considera di rimuoverlo definitivamente o di mettere un'altra lampadina molto meno potente.

Quello che ti consigliamo anche è di introdurre le lampadine a LED nella tua vita. Come mai? Bene, molto semplice:

  • Sono molto più ecologiche, poiché consumano tra il 70 e l'80% in meno delle lampadine a incandescenza e il 30% in meno delle lampadine fluorescenti.
  • Hanno una durata di conservazione più lunga.
  • Sono più resistenti.

Assumere la potenza adeguata e utilizzare bene gli elettrodomestici è fondamentale per risparmiare energia

Tieni d'occhio i tuoi elettrodomestici

In linea di massima gli elettrodomestici che spendono di più sono quelli delle cucine. Frigoriferi, congelatori, lavatrici e lavastoviglie rappresentano quasi il 60% del costo di tutti gli elettrodomestici di una casa.

Quindi puoi già immaginare l'importanza di usarli correttamente:

  • Il frigorifero e il congelatore consumano di più, e lo fanno ancora di più quando le porte sono aperte. Si apre e si chiude velocemente per evitare consumi elevati. Una curiosità: consumano di più quanto più sono vuoti, poiché il cibo già freddo o congelato aiuta a mantenere bassa la temperatura.
  • Per quanto riguarda il ferro da stiro, è bene che accumuli una buona quantità di vestiti e approfitti di stirare tutto in una volta, altrimenti moltiplicherai il consumo di elettricità. Un altro trucco: inizia con i vestiti che richiedono meno calore e lascia per ultimi quelli che ne hanno più bisogno.

Inoltre, si consiglia anche, se si deve acquistare un nuovo elettrodomestico, di investire un po' di più e ottenere un modello che includa la modalità a basso consumo e abbia una maggiore efficienza energetica. Modelli A, A+, A++; consumano in media il 55% in meno di energia. Sono più costosi, ma alla lunga ne vale la pena, e molto.

Lo stand-by è il peggior nemico del risparmio di elettricità

Un altro ottimo trucco per risparmiare energia è scollegare i dispositivi elettronici una volta che smettiamo di usarli. Ed è che quando li spegniamo, non lo stiamo facendo completamente, rimangono in stand-by. Sì, stand-by, quella piccola luce rossa o blu che rimane accesa una volta spenta.

In teoria i dispositivi restano in questa modalità per aggiornarsi o per avviarsi più velocemente alla successiva accensione, ma questo comporta un dispendio energetico mascherato: lo stand-by consuma elettricità, niente di più e niente di meno che tra 8 e 10% del consumo totale.

Quindi, detto questo, è ora di staccare tutto! Poiché farlo manualmente può essere un po' noioso, ti consigliamo di collegare più dispositivi alla stessa ciabatta e di scollegare semplicemente gli interruttori da quelli che non utilizzerai per un po'.

Usa la modalità economica o a basso consumo ogni volta che puoi

Molti elettrodomestici e dispositivi elettronici, come il computer, il cellulare o la lavatrice, hanno modalità di risparmio o di basso consumo molto efficienti per non sprecare tanta energia.

Regola la temperatura del riscaldamento e dell'aria condizionata

Stare a casa con le maniche corte d'inverno e il cardigan d'estate è una vera sciocchezza. Regola la temperatura per evitare di incorrere in costi energetici totalmente inutili. 

L'importanza di questa regolazione è incredibile poiché aumentare la temperatura di riscaldamento di un solo grado può significare un aumento del consumo energetico del 7%!

In inverno è consigliabile mantenere una temperatura ambiente tra i 19 ei 21 gradi di giorno e tra i 15 ei 17 gradi di notte; mentre in estate la temperatura ambiente non deve essere inferiore a 24 o 25 gradi.

Adatta le tue abitudini

Se adatti il ​​più possibile le ore di utilizzo degli elettrodomestici alle ore di basso consumo, vedrai una leggera diminuzione della spesa sulla bolletta elettrica.

La maggior parte delle tariffe ha i prezzi più bassi nel fine settimana. Allora approfittane per fare le lavatrici della settimana, stirare...

Anche la tariffa notturna è notevolmente più economica, sebbene non si adatti bene alla routine quotidiana della maggior parte delle persone. Se hai un lavoro a turni o sei un essere notturno, pensa di assumere la tariffa notturna perché te ne accorgerai.

Cambia il potenza contrattata per risparmiare soldi

Nella bolletta della luce il consumo è solo una parte di quello che paghi, poiché gran parte corrisponde alle tasse e alla potenza contrattata, che devi pagare anche se non consumi nulla. La potenza contratta indica l'elettricità che possiamo consumare contemporaneamente. E questo rappresenta in media quasi il 50% della bolletta totale!

Quindi, per risparmiare, è molto importante essere pienamente consapevoli di ciò che normalmente consumiamo per poter assumere ciò che è giusto e necessario (anche se consigliamo sempre di aggiungere un piccolo margine nel caso in cui si verificasse un imprevisto).

Isola bene la tua casa dall'esterno

Si stima che niente di più e niente di meno che il 25% del calore in casa si perde attraverso le finestre e le fessure delle porte. Qui sta l'importanza di controllare bene tutti i punti di perdita per poter mettere degli isolanti (nelle fessure la cosa più efficace è mettere delle guarnizioni) o anche cambiare porte o finestre se queste perdite sono irreparabili.

Monitoraggio del consumo elettrico

Infine, ti consigliamo di procurarti un monitor del consumo di elettricità. Questi dispositivi sono collegati al circuito elettrico ed effettuano un monitoraggio totale dei consumi, al fine di individuare i parametri in cui si sta effettuando una spesa maggiore. In questo modo sarà più facile identificare dove è possibile risparmiare elettricità in casa.

Perché è importante risparmiare energia?

L'energia elettrica è prodotta attraverso impianti di generazione come quelli termoelettrici o idroelettrici; e questi producono un grande impatto ambientale, poiché le risorse naturali vengono consumate in maniera massiccia e l'ecosistema viene distrutto. Inoltre, nel caso degli impianti termoelettrici, vengono bruciati combustibili fossili, che generano emissioni di gas serra che danneggiano gravemente l'ambiente.

Quindi, più energia risparmiamo, meno consumiamo, con il conseguente beneficio per l'ambiente. Lo sai già, ¡Planet First!

divain

NEGOZIO ONLINE DI PROFUMI


Scarica il nostro catalogo di fragranze


Iscrivendoti, accetti l'informativa sulla privacy di DIVAIN